231. Modifiche storiche scheda lettore

D. Un lettore ha modificato attraverso l’Opac il suo indirizzo e tutti i suoi contatti. Si possono recuperare i dati che comparivano nella sua scheda prima di questa modifica?

R. Già Clavis ci dava riscontro dei dati che venivano cancellati dall’utente nelle sezioni Contatti e Indirizzi di MyDiscovery, come spiegato in questo vecchio consiglio .
La novità introdotta dalla nuova release v2.11 è che ora possiamo ritrovare indirizzi e contatti così come comparivano nella scheda del lettore PRIMA che il lettore stesso li modificasse attraverso l’Opac     
Cliccando il link modifiche storiche, in alto a destra nella scheda di un lettore nello storico delle azioni eseguite, ritroveremo quindi non solo i dati CANCELLATI, ma anche indirizzi e contatti che sono stati MODIFICATI dallo user “Centro servizi”, vale a dire dall’utente stesso via MyDiscovery  (“Centro servizi” è appunto il nome generico con cui viene indicata un’azione compiuta da MyDiscovery).

230. Orario di apertura

D. Ci sono delle novità importanti della nuova release v2.11?

R. Sì, più d’una. Per averne un quadro completo puoi leggere le note di rilascio:

Fra le più importanti, una particolarmente, utile in questi giorni di frequenti cambi d’orario anche in seguito ai DPCM, è sul funzionamento della tabella per l’inserimento o la modifica degli orari della biblioteca, che troviamo nella scheda “orari della biblioteca” quando apriamo la pagina Biblioteche => Biblioteca: Vista Biblioteca, in modalità modifica.

E’ stata spostata In prima posizione, appena sopra lo schema degli orari della settimana, la casella da disattivare nel caso non si vogliano spostare in avanti le scadenze dei prestiti
E’ stata invece eliminata la tendina con i valori “aggiungi” e “sovrascrivi”.

Adesso per definire l’orario di apertura della nostra biblioteca è necessario:
1) indicare il giorno, oppure il periodo per il quale far valere l’orario settimanale che da inserire;
2) per ogni giorno della settimana tipo, nella colonna “apertura” scegliere nella tendina uno di questi valori:

  • “(invariata)” per lasciare invariato l’orario già inserito: le celle delle successive colonne non si possono compilare
  • “chiusa” per indicare che la biblioteca è chiusa: le celle delle colonne con le fasce orarie non si possono compilare, ma si può inserire un breve testo nel campo “nota per l’OPAC” , che risulterà appunto visibile anche nell’opac.
  • “aperta”: si possono inserire fino a tre fasce orarie e la “nota per l’opac”

La piccola freccia blu, presente nella colonna “azioni”, consente di replicare i dati di una giornata nella giornata sottostante, mentre la gommina cancella l’inserimento dei valori

Quando, terminato l’inserimento, si esegue il salvataggio dei dati, compare un messaggio che riepiloga le azioni effettuate

Qualche esempio:

  • se nessuna data viene specificata, nessun dato verrà modificato
  • se voglio aggiungere una nota, modificare o aggiungere una fascia oraria giornaliera, dovrò comunque reinserire nella riga l’orario giornaliero completo <  >
  • se si seleziona il valore “aperta”, perché l’impostazione venga salvata dovrò selezionare almeno una fascia oraria.

229. Operazioni insiemistiche sugli elementi dello scaffale

D. E’ possibile sapere quanti titoli di un certo autore l’utente non ha letto? Oppure quanti DVD di un determinato genere l’utente X non ha preso in prestito?

R. Capisco il problema! Si possono usare in Comunicazione => scaffale => Operazioni sul contenuto una delle “Operazioni insiemistiche sugli elementi dello scaffale” 

–   metti tutti i prestiti dell’utente in uno scaffale e con l’operazione “estrai esemplari” costruisci uno scaffale di esemplari
–   a partire dalla ricerca dei titoli della tua biblioteca, costrusci lo scaffale  di esemplari di un autore
–   crea un nuovo scaffale e usa l’operazione “differenza” per ottenere il risultato (vedi qui )

223. Prenotazioni

D. Mi ha detto qualcuno che, quando si è in due in biblio e si lavora insieme alle prenotazioni, non si rischia più di trovarsi a gestire due diverse prenotazioni su un unico esemplare. E’ vero?
R. E’ proprio così! Fino a qualche tempo fa poteva succedere che due operatori della stessa biblioteca, lavorando contemporaneamente all’evasione delle prenotazioni, rischiassero di gestire due diverse prenotazioni su un unico esemplare. Il rischio di soprapposizione non si presenta più:
– già in apertura di pagina veniamo avvisati quando un altro operatore sta svolgendo la stessa attività ;
– quando un operatore prende in gestione la prima prenotazione, gli altri colleghi non visualizzano più le altre prenotazioni accodate, che potrebbero essere soddisfatte con quell’unico esemplare.
Succede però ancora che, da Banco prestiti, l’esemplare prenotato, se in gestione a un altro collega, non sia visualizzato come “Esemplare con prenotazioni” e si possa facilmente prestare a un qualsiasi utente: solo tenendo d’occhio i messaggi a piè di pagina possiamo accorgercene. Con la recente aggiunta delle “Notifiche popup”   , la cosa mi sembra più facile.

222. Utenti autoiscritti

D. Gli utenti autoiscritti possono prenotare e richiedere prestiti prima ancora che la loro iscrizione venga completata?
R. Sì, non solo i neo iscritti possono inserire fino a tre prenotazioni, ma possono avere anche fino a tre prestiti. Un aggiornamento della procedura (che si può scaricare qui ) ha reso soddisfacibili le prenotazioni inserite, portando a 3 il numero di prestiti che prima era a 0.
Se questo ha reso più giustificata l’autoiscrizione a distanza, richiede però ai bibliotecari maggiore attenzione, lavorando da Banco prestiti: se si è abituati a inserire cognome e nome per identificare il lettore occorrerà fare molta attenzione alla nota per l’accesso che indica che si è in presenza di una registrazione da completare  .
Sempre utile in questi casi ripetere l’identificazione dalla Lista lettori, per verificare se lo stesso lettore non era già stato iscritto precedentemente   .

221. Invio mail di richiesta alla biblioteca extra-sistema

D. Trovo comodissimo l’invio automatico della mail di richiesta alla biblioteca extra-sistema, ma come faccio ad essere sicura che sia stata spedita?
R. Devi fidarti di Clavis 😉 . Ma se ti sei ricordata di flaggare il campo “spedisci email di prenotazione alla biblioteca esterna”  puoi trovare la conferma della spedizione leggendo con attenzione il testo del messaggio che compare a fine prenotazione. Clavis infatti manderà una mail alla biblioteca proprietaria simile a questa , ma non la rende visibile all’operatore. Tuttavia, in fondo al messaggio di conferma della prenotazione scrive la frasetta: “Notifica email inviata”  . Ce la facciamo bastare 🙂

220. Statistiche prestiti dopo la quarantena

D. Nelle statistiche vengono considerati anche i prestiti fatti all’utente fittizio Quarantena? Ho fatto una stampa dei prestiti dell’ultima settimana e mi sembra proprio così.

R. No, i prestiti registrati e rientrati all’utente fittizio Quarantena [NOME DELLA BIBLIOTECA] non verranno conteggiati nella statistica “Anagrafe regionale”, così come nelle altre statistiche, perché risulteranno annullati. Occorre però attendere che passino 7 gg perché il programma annulli la quarantena e quindi i prestiti fittizi registrati.
Fino alla fine del’emergenza Covid, la statistica dell’ultima settimana continuerà perciò a dare un valore non reale, gonfiato dai libri rientrati dai lettori e passati in quarantena.

219. Prestito ad utente Quarantena

D. Ho scaricato per errore un prestito all’utente Quarantena, prima della scadenza, e così ora il libro risulta disponibile!
R. Puoi rimediare prestandolo nuovamente all’utente fittizio Quarantena. Dopo aver attivato il prestito dovrai solo ricordarti di modificarne la durata e portarla ai 7 gg. stabiliti, in questo modo:
– cliccare nel campo Restituzione per aprire il datario  ;
– scegliere la scadenza corretta ;
– cliccare il link “conferma” per registrare la correzione .

218. Abilitazione notifiche pop-up

D. E’ possibile rendere più evidenti i messaggi di errore che compaiono sulla barra e che spesso sfuggono?

R. E’ una novità di qualche versione fa e che ancora non tutti gli operatori conoscono. Suoni di avviso e pop up a scomparsa (o permanenti) possono già ora venirci in aiuto, ma è necessario attivarli nella sezione Notifiche popup. Aperta la pagina dell’operatore in modalità “modifica” :
– attivando Abilita notifiche popup, un pop up colorato con descritta l’operazione eseguita comparirà in bella evidenza in altro a destra nello schermo
– se si flaggano le caselle Riproduci suono all’arrivo di una notifica di errore e Riproduci suono all’arrivo di una notifica di avvertimento, un avviso acustico accompagnerà il pop up colorato
– se si flagga Mostra notifiche nell’angolo inferiore della pagina, il pop up si aprirà in basso a destra nella schermata continuando poi nella configurazione, si potrà optare per una visualizzazione permanente o a scomparsa
– se si flagga Usa notifiche permanenti: si potranno riprendere e riportare in primo piano i pop up delle operazioni, anche numerose, fatte all’interno di una stessa pagina
– se si flagga Chiudi manualmente popup di notifica il messaggio si mantiene fino alla sua chiusura manuale
– se si flagga Visualizza notifica per secondi (inserendo un valore da 2 a 60 secondi), il pop up si chiude trascorsi i secondi che sono stati impostati.
Per portare a termine l’operazione, bisognerà ricordarsi di salvare tutte le flaggature (o deflaggature) che avete fatto cliccando il pulsante “salva e chiudi”

 

217. Cercare in uno scaffale di esemplari da Lista esemplari

D. Sono in Smart Working!, volevo approfittare per fare un po’ di ordine, c’è per esempio una modalità rapida per sapere quali esemplari di uno scaffale sono ancora in gestione a biblioteche che non sono la mia?

R. Certo, un controllo rapido fatto da Lista esemplari potrebbe essere molto utile proprio nei lavori di bonifica degli scaffali di cambio gestione che non richiedono alcun controllo sullo scaffale reale.
Queste le operazioni da eseguire utilizzando i filtri nella pagina Catalogo => Lista esemplari :
– accertarsi che tra i filtri sia impostato l’operatore Tutti (AND)
– selezionate nel primo filtro la voce “Biblioteca gestione”; scegliere l’operatore “diverso”; digitare nel terzo campo il nome della vostra biblioteca e selezionare il valore tabellato
– selezionare nel secondo filtro la voce “Scaffale” scegliere l’operatore “uguale”; digitare nel terzo campo il nome dello scaffale e selezionarlo (è opportuno inserire il nome completo dello scaffale, per individuarlo più facilmente in una lista che potrebbe presentare gli scaffali di altre biblioteche)
– cliccare il pulsante “Cerca”
Nella parte sottostante della pagina si visualizzerà una lista vuota, oppure l’elenco degli esemplari dello scaffale in gestione ad altre biblioteche.