181. Contatto errato

D. E’ possibile che alcune mail non siano state ricevute perche’ il contatto inserito e’ del tipo Errato?

R. Non puo’ essere quello il motivo: con un indirizzo di questo tipo una mail non puo’ neppure partire. Quando si sta per comporre una qualsiasi notifica i contatti del tipo “Contatto errato” non vengono proprio considerati da Clavis .
Puo’ pero’ essere successo che Clavis abbia trasformato un contatto del tipo “Mail” in “Contatto errato”, dopo che almeno una volta il nostro servizio di consegna della posta si e’ visto respingere il messaggio dal server del destinatario, vuoi perche’ l’indirizzo non era corretto, o non piu’ attivo, oppure perche’ considerato non sicuro da controlli antispam automatizzati e sempre piu’ diffidenti.

Cosa possiamo dunque fare nel caso ci accorgiamo di un “Contatto errato”:
– correggere l’indirizzo se scopriamo che e’ sbagliato e modificare il tipo contatto
– rimuoverlo se e’ un vecchio indirizzo non piu’ utilizzato
– chiedere all’utente se ha un altro indirizzo, alternativo a quello in errore

Il rinnovo dei diritti di prestito e’ proprio l’occasione per esercitare un controllo accurato soprattutto di questi dati.

Cosa invece NON dobbiamo fare? RIPRISTINARE il valore “Mail” nella sezione Circolazione: Utente => Contatti SENZA MODIFICARE la stringa dell’indirizzo: alla prima occasione verrebbe rimesso nello stato  “Contatto errato” e dopo un po’ di volte il grado di diffidenza dei provider di posta nei confronti di tutte le mail spedite dal nostro servizio verrebbe aumentato, con grave danno per le comunicazioni di tutte le biblioteche.

Annunci

76. Inviare e-mail a gruppi di lettori

D. La mia biblioteca chiude qualche settimana per lavori di ristrutturazione. Come faccio a mandare una mail a tutti gli utenti per dare istruzioni sulla chiusura? Riesco a isolare gli utenti con e-mail dalla lista utenti, ma poi? Devo inserirli in uno scaffale?

R. L’invio di un messaggio a tutti i lettori che hanno comunicato il proprio indirizzo di posta elettronica e’ una delle operazioni che si possono fare da scaffale, quindi se hai gia’ selezionato da Circolazione => Lista utenti i lettori con e-mail, devi inserirli in uno scaffale per poter eseguire la relativa operazione “spedisci mail“, che consiste nel:
– compilare il campo “Titolo” (oggetto della mail);
– inserire il messaggio che vuoi spedire all’interno del campo “Contenuto dell’email”;
– quindi premere il pulsante Spedisci.
Un messaggio con lo sfondo verde nella barra confermera’ la spedizione.

Quando si opera da scaffale non e’ comunque indispensabile partire da una lista di soli lettori con e-mail, perche’ il programma eseguira’ automaticamente la selezione inviando il messaggio solo a coloro che hanno questo tipo di contatto.
Per distinguere inoltre gli utenti avvisati con e-mail da quelli ancora da avvisare e’ necessario, sempre attraverso l’operazione “spedisci mail”, indicare la scelta di uno “Scaffale di destinazione per gli elementi processati“: tutti gli utenti avvisati con e-mail verranno spostati nel nuovo scaffale; nello scaffale di partenza rimarranno invece solo quelli che sono da avvisare attraverso altri canali.

E’ poi opportuno ricordare che la mail inviata da Clavis e’ nel formato testo semplice, quindi senza formattazioni (grassetti o link) e senza allegati.

Infine, quando si invia un consistente numero di mail, si deve tenere conto che tutte tutte quelle con indirizzo errato verranno rispedite al mittente, cioe’ all’indirizzo di posta inserito nella scheda della biblioteca.