203. Controllo prestiti annullati

D. Ci capita spesso di far arrivare libri per utenti che poi non vengono a ritirarli. Dove vanno a finire questi prestiti annullati? Vorrei monitorare tutte queste operazioni che richiedono parecchio lavoro ma non vengono conteggiate come prestiti.
R. Senza dubbio è un fenomeno da tenere sotto controllo e da arginare se possibile. Dei prestiti annullati rimane traccia anche nella scheda dell’utente e si possono visualizzare in due modi diversi:
– nella sezione Prestiti => Prestiti storici, spuntare la casella “Solo prestiti annullati” ;
– nella sezione Azioni storiche, selezionare una delle quattro azioni utilizzabili per l’operazione di annullamento dei prestiti non ritirati  .
Tutti i pronti al prestito annullati nella biblioteca di lavoro si  possono invece ricercare dalla pagina Biblioteca => Azioni storiche, impostando il filtro di ricerca in modo da inserire almeno il periodo e una delle quattro azioni relative all’annullamento   .
Annunci

132. Annullamento per contestazione

D. Ho stampato i cavalieri dei libri in partenza e ne ho trovato uno anche verso la mia stessa biblioteca. Come si spiega?

R. Questo strano fenomeno e’ gia’ capitato alcune volte in questi giorni, sembra un rompicapo. In realta’ si tratta solo del risultato di un’azione di annullamento del prestito fatto da una biblioteca che ha utilizzato la modalita’ “Annullamento per contestazione”.
Finche’ si tratta di prestiti locali, questa azione non da’ alcun problema: il prestito in corso viene annullato e l’esemplare messo nello stato “SMARRITO” e nella classe di prestabilita’ “NON DISPONIBILE”. Altra cosa invece e’ scegliere questa modalita’ per annullare il prestito di un documento appartenente ad un’altra biblioteca: il documento viene messo nello stato “SMARRITO”, senza che la biblioteca proprietaria se ne accorga, se non perche’ trova un movimento di rientro verso se stessa nella pagina degli interprestiti in uscita.
Dopo aver eseguito il rientro, il documento comparira’ nella pagina Interprestito in entrata.

Azioni come queste producono solo confusione e fanno perdere un sacco di tempo. Raccomando quindi di NON UTILIZZARE la MOTIVAZIONE “Annullamento per contestazione” per i prestiti effettuati con documenti provenienti da altre biblioteche, a meno che questa modalita’ non sia stata concordata con la biblioteca proprietaria.

98. Recapito errato

D. Nella cesta del prestito capita di trovare libri che non sono destinati a nostri lettori o che non risultano essere in prestito. Come ci si deve comportare in questi casi?

R. La cosa giusta da fare e’ ritransitare subito il documento verso la biblioteca cui e’ destinato, accompagnandolo con il suo cavaliere; ma stabilire quale sia questa biblioteca non e’ sempre una cosa banale. Occorre percio’ fare attenzione alle informazioni presenti nei dati dell’esemplare e, se questo non basta, agli ultimi movimenti effettuati.
Si deve quindi partire dalla pagina Circolazione => Informazioni sull’esemplare per vedere nel dettaglio i dati contenuti nell’area “Stato Di Prestito”:
a) quando nel campo “STATO DI PRESTITO” compare il valore “In transito”, e il campo “Prestato a:” presenta il nome del lettore, significa che si tratta di un prestito interbibliotecario in uscita; per visualizzare il nome della biblioteca cui e’ destinato e’ necessario:
– cliccare il pulsante “Vedi” in fondo alla pagina sulla destra;
– cliccare la linguetta “Azioni” per visualizzare l’area “Azioni storiche sull’esemplare”: nella colonna “Destinazione” dell’ultima operazione registrata sara’ indicato il nome della biblioteca di ritiro;
b) quando nel campo “STATO DI PRESTITO” compare il valore “In rientro”, e il campo “Prestato a:” non e’ visualizzato, si tratta invece di un documento che sta rientrando dalla biblioteca presente nel campo “SI TROVA IN” verso la biblioteca che l’ha in gestione (che potrebbe anche essere diversa dalla biblioteca proprietaria), il cui nome compare nel campo “GESTITO DA” dell’area “Dati gestionali e fisici”;
c) quando nel campo “STATO DI PRESTITO” compare il valore “Non in prestito” si tratta di un documento che risulta essere nello scaffale della biblioteca indicata nel campo “SI TROVA IN” dell’area “Dati gestionali e fisici”, quindi fatto circolare senza nessuna registrazione.

Invio del documento e stampa del cavaliere:
a) nel caso di un documento in transito verso un lettore, l’unica cosa da fare e’ stampare il cavaliere utilizzando questa modalita’ di ricerca del prestito attraverso la pagina Circolazione => Prestiti in corso:
– inserire nel campo BIBLIOTECA DI PROVENIENZA il valore nullo (lineetta);
– scegliere il valore “In transito” nel campo “STATO DEL PRESTITO”;
– cliccare il link “Scegli utente”, che apre la finestra per la ricerca del lettore da “legare”,
– quindi cliccare il pulsante “CERCA” per recuperare il movimento di prestito e stampare il cavaliere.
b) se invece il documento sta rientrando verso la biblioteca che lo gestisce, per stampare il cavaliere a partire dalla pagina
Circolazione => Prestiti in corso occorre compilare i seguenti campi:
– Biblioteca finale: La biblioteca riportata nel campo “SI TROVA IN”
– Stato del prestito: “In rientro”
– Compresi conclusi/annull.: attivare;
– quindi cliccare il pulsante Cerca;

c) invece nel caso in cui l’esemplare risulti “Non in prestito”, puo’ essere utile tracciarne il passaggio dalla nostra biblioteca, attraverso l’operazione di “Annullamento del prestito” che si esegue in questo modo:
– dalla pagina Circolazione => Informazioni sull’esemplare, inserire il barcode/inventario del documento;
– cliccare il bottone “Vedi” in fondo alla pagina sulla destra;
– cliccare la linguetta “Azioni”;
– cliccare il pulsante “annulla prestiti in corso”;
– spuntare la casella “L’ESEMPLARE E’ PRESENTE NELLA MIA BIBLIOTECA”;
– cliccare il pulsante “conferma annullamento”;
l’esemplare finira’ negli interprestiti in uscita e da li’ si potra’ stampare il cavaliere.